Alunne della 5^H partecipano alla VIII Biennale ArteInsieme

 

In occasione dell’ottava edizione della Biennale Arteinsieme - cultura e culture senza barriere, promossa dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona, le alunne Lippo Maria e Pulpo Alessia della classe V sezione H  Arti Figurative della nostra sede di Taranto hanno presentato un’opera d’arte multisensoriale ispirata alla poetica dell’artista testimonial dell’evento di questa edizione: Rabarama.
Le alunne si sono classificate tra i dieci finalisti con l’opera “Tutto fila” e il  1°Giugno 2019, durante l’evento conclusivo, si conoscerà il nome dell’opera vincitrice.

In questo periodo l’opera sarà in mostra nel Museo Tattile di Ancona, con quelle dell’artista Rabarama: grande artista italiana, le cui opere consistono in sculture di figure umane dalle dimensioni più disparate e di materiali che spaziano dal metallo al marmo; oltre alla posa raccolta e introspettiva che queste assumono, è da rilevare la varietà dei diversi pattern e disegni utilizzati per la decorazione, accompagnati da accese tonalità di colore.

“Stiamo vivendo un momento di passaggio e l’idea di rivolgere lo sguardo verso noi stessi, ricercando il perché della nostra esistenza, potrebbe essere importante per un cambiamento positivo”  raccontano  le alunne riguardo il loro elaborato.

"L’opera da noi presentata consiste in una figura umanoide in rete metallica dalla posa raccolta; l’essere è immerso in una dimensione intima rappresentata dal confine corporeo della pelle in un connubio tra la solidità del suo scheletro in ferro e la morbidezza del suo strato epidermico dato da un fitto gioco di intrecci di fili di cotone colorato. Le tonalità cromatiche da noi scelte si ispirano ai toni utilizzati dall’artista: gradazioni brillanti di giallo, arancio, rosso, verde, blu e blu elettrico.
Il messaggio che il nostro elaborato scultoreo vuole trasmettere è che la vita è concepita come un gioco di incastri, così come l’essenza di ogni individuo; ogni uomo è caratterizzato dalla propria diversità che allo stesso tempo si relaziona con la società in cui egli è calato.
La vita è intrecciata come un tessuto, cosicché il nostro cammino ne incrocia molti altri; non sempre la storia è come dovrebbe essere o come vorremmo che fosse, ma pochi lottano per cambiarla, scegliendo di non nascondersi nell’intreccio del ricamo, in una trama in cui ogni filo sa distinguersi.
Ciò che noi offriamo al pubblico è la sensazione di viaggiare con il tatto in un’esperienza multisensoriale che associa la solidità del corpo alla delicatezza della trama che lo riveste.”

 

Immagini del'opera "Tutto fila"

2019 05 07 Opera Tutto fila01

2019 05 07 Opera Tutto fila02

 

0
0
0
s2smodern

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.